Confinamento

Confinamento Amianto Eternitnumero-verde-romana-ambiente_150x53

 

smaltimento eternit roma

Confinamento statico e dinamico

L’intervento di confinamento dell’amianto-eternit ai sensi del D.M. 06/09/1994 e   D.M. 20/08/1999 è necessario quando l’area contaminata è a rischio di dispersione di fibre che per inalazione possono causare gravi danni all’apparato respiratorio e costituiscono una potenziale fonte di inquinamento ambientale.

 

Se hai un problema inerente il confinamento dell’amianto e desideri informazioni compila il form qui sotto, puoi allegare anche una foto o un altro tipo di documento che ci permetterà di valutare meglio le tue esigenze.

* Campi obbligatori

Il tuo nome (* richiesto)

La tua email (* richiesto)

Il tuo numero di telefono (* richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Allegato (formati ammessi: pdf, jpg, gif, png, zip, rar)

premendo "Invia" approvo il trattamento dei miei dati personali
Accetto

Il confinamento (o rivestimento) dell’amianto consiste nell’installazione di una sovracopertura del vecchio manto con nuova copertura di lastre isolanti in alluminio, al fine di separare i materiali contenenti amianto-eternit e proteggere le zone occupate dell’edificio dalle fibre rilasciate.

E’ particolarmente indicato per materiali facilmente accessibili e per la bonifica di   aree limitate ma necessita il mantenimento in buone condizioni della barriera confinante e di un costante programma di controllo e monitoraggio per l’eventuale rilascio delle fibre nell’aria.

Romana Ambiente è in grado di attivare la procedura di confinamento dell’amianto adottando le seguenti misure idonee a limitare al minimo la dispersione di fibre nell’ambiente.

Al termine della procedura di confinamento dell’amianto-eternit è opportuno predisporre un programma di controllo e manutenzione, perché potrebbe essere necessario rimuovere l’amianto in un secondo momento.

Normativa confinamento amianto

Confinamento statico per la bonifica dell’amianto friabile