Disinfestazione Formiche

disinfestazione-formiche-romaRomana Ambiente da oltre venti anni è specializzata nella disinfestazione delle formiche.

Le formiche sono tra i più diffusi infestanti negli ambienti domestici, si  ritrovano nei ristoranti, ospedali, uffici, magazzini ed altri edifici dove possono trovare cibo e acqua.

Le formiche di solito nidificano nel suolo: i luoghi di nidificazione variano con la specie ma spesso vengono trovati in prossimità degli edifici, lungo i marciapiedi, o in prossimità di fonti di cibo come alberi, piante che alloggiano insetti produttori di melata. Le formiche costruiscono nidi anche sotto tavole, pietre, ceppi d’albero o piante e qualche volta sotto edifici o altri posti protetti.

numero-verde-romana-ambiente_150x53

Se hai un problema inerente le formiche e desideri informazioni compila il form qui sotto, puoi allegare anche una foto o un altro tipo di documento che ci permetterà di valutare meglio le tue esigenze e il tipo di infestazione.

* Campi obbligatori

Il tuo nome (* richiesto)

La tua email (* richiesto)

Il tuo numero di telefono (* richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Allegato (formati ammessi: pdf, jpg, gif, png, zip, rar)

premendo "Invia" approvo il trattamento dei miei dati personali
Accetto

Nei climi temperati la formica faraona nidifica all’interno preferendo posizioni calde e umide, spesso in muri cavi sotto la pavimentazione o vicino tubi di acqua calda o impianti di riscaldamento ma vengono anche trovate a nidificare all’esterno. Le formiche spesso entrano negli edifici alla ricerca di cibo e acqua, calore e riparo, o un rifugio da climi aridi, temperature alte o allagamenti. Possono apparire improvvisamente in edifici se altre fonti di cibo diventano non disponibili o cambiano le condizioni climatiche (cambi di stagione).

All’interno degli edifici, le formiche si nutrono di  zuccherisciroppimielesucchi di fruttagrassicarne. Lunghe colonne di migliaia di formiche possono dirigersi dal nido alla fonte di cibo, causando considerevole preoccupazione tra gli occupanti l’edificio.

All’esterno sono attratti dalla melata, prodotta dagli afidi, dalle cocciniglie. Questo escremento liquido contiene zuccheri ed altri nutrienti. Frequentemente l’infestazione di afidi avviene quando le formiche si prendono cura di essi per la melata perché li proteggono dai loro nemici. Le formiche possono mordere con le loro mandibole , sebbene la maggior parte delle specie lo facciano raramente.

IDENTIFICAZIONE DELLE FORMICHE

Per identificare le formiche si usano caratteristiche comportamentali così come il cibo e le preferenze di nidificazione insieme alle caratteristiche fisiche. Un primo passo per l’identificazione delle formiche è di usare una lente per determinare se possiedono uno o due appendici al peziolo del loro addome. Trovate il peziolo, la prima porzione dell’addome, e contate il numero di appendici presenti.

Le formiche appartengono all’ordine degli Imenotteri e sono parenti vicini delle api e delle vespe. Sono insetti sociaIi e sono facilmente riconoscibili specialmente nella loro forma adulta attera, conosciuta come formica operaia. Tuttavia le forme alate di formiche, che lasciano il nido in gran numero con il bel tempo per accoppiarsi e formare nuove colonie sono spesso confuse con le termiti alate che lasciano il nido anche esse per  accoppiarsi.

Ci sono oltre 12.000 specie di formiche nel mondo.

Le più comuni in Europa sono: Iridomyrmex  humilisCamponotus spp,Tetramorium caespitumMonomorium pharaoniLasius nigers.

Il corpo delle  formiche si restringe dando l’impressione di avere una vita sottile, il corpo delle termiti non si restringe.

Le ali posteriori delle formiche sono più piccole delle ali anteriori, quelle delle termiti sono circa delle stesse dimensioni. (A breve dopo lo sfarfallio sia le formiche che le termiti perdono le loro ali così  le ali possono non essere presenti).

Le formiche femmine alate e le formiche operaie hanno antenne genicolate, mentre le termiti no. Le formiche subiscono una metamorfosi completa, passando attraverso gli stadi di uovolarvapupaadulto.

Le formiche, come altri Imenotteri, sono insetti sociali con doveri divisi tra i differenti tipi, o forme, di individui adulti.

Le formiche regine svolgono la funzione riproduttiva di una colonia e sono più grandi delle altre formiche: depongono le uova e qualche volta partecipano alla nutrizione e alla cura delle larve.

Le formiche femmine operaie, che sono sterili, procurano il cibo, nutrono e si prendono cura delle larve, costruiscono tunnel e difendono la colonia: queste operaie costituiscono la maggior parte della colonia. I maschi non partecipano alle attività della colonia: il loro unico scopo è accoppiarsi con la regina. In piccolo numero i maschi sono nutriti ed accuditi dalle formiche operaie.

La formica argentina differisce dalla maggior parte delle altre specie di formiche in quanto i loro nidi sono superficiali, si sviluppano poco al di sotto della superficie del terreno. Comunque, in condizioni di aridità e alte temperature nidificano più in profondità nel suolo. Bisogna aggiungere che le colonie di formiche argentine non sono separate tra di loro ma sono unite a formare delle super colonie più grandi con più formiche regine. Quando le formiche regine fecondate si disperdono per formare nuove colonie esse sono accompagnate dalle operaie piuttosto che allontanarsi da sole come fanno la maggior parte delle altre specie.

IL CICLO DI VITA DELLE FORMICHE

Una nuova colonia di formiche è tipicamente fondata da una formica regina appena fecondata. Dopo settimane o mesi di confinamento nel sottosuolo, deposita le sue prime uova. Dopo che le uova si sono schiuse, nutre le larve bianche apode (prive di zampe) con materiale alimentare già metabolizzato finchè non si impupano. Alcune settimane dopo, le pupe si trasformano in operaie adulte femmine e sterili, e le prime operaie scavano la loro via d’uscita dal nido per raccogliere cibo per loro stesse, per la formica regina (che continua a depositare uova) e per le seguenti nidiate di larve. Come il numero di formiche aumenta, nuove camere e gallerie sono aggiunte al nido. Dopo alcuni anni, la colonia comincia a produrre formiche alate maschi e femmine, che lasciano il nido per  accoppiarsi e produrre nuove colonie.

I METODI DI DISINFESTAZIONE DELLE FORMICHE

Il metodo più efficace per la prevenzione delle infestazioni delle formiche è il monitoraggio svolto con tecniche e modalità che riducono quasi completamente l’uso di prodotti a base di sostanze chimiche per la disinfestazione di formcihe all’interno di appartamenti, edifici pubblici e aziende.

Grazie alla collaborazione con laboratori di ricerca specializzati, ricercatori universitari e attraverso la continua formazione e informazione dei responsabili tecnici di settore, Romana Ambiente progetta interventi di monitoraggio e sistemi di lotta integrata che permettono di ridurre notevolmente l’utilizzo dei prodotti chimici di sintesi per la disinfestazione delle formiche.

Per la disinfestazione delle formiche le nostre attrezzature disponibili per le varie tipologie di interventi sono:

Pompe spalleggiabili con serbatoio
L’operatore con l’utilizzo di una piccola lancia riesce ad indirizzare la miscela insetticida nei punti desiderati.

Nebulizzatori
Attrezzature elettriche munite di piccolo serbatoio, costruito in materiale termoplastico resistente agli urti ed agli agenti chimici, dotato di motore elettrico consente la micronizzazione delle particelle (5/10 millimicron). Le nebbie prodotte sono fredde. Viene utilizzato per saturare con miscele insetticide o prodotti pronti all’uso di locali e stanze.

Termonebioggeni
Generatori di nebbie calde dove si utilizza una formulazione petro-oleosa che viene portata ad un’alta temperatura causando l’evaporazione della miscela insetticida che condenserà nell’ambiente. Vengono utilizzati per saturare ambienti come depositi e magazzini o per trattamenti spaziali in zone esterne.

Atomizzatori auto montati
Per interventi in spazi aperti si utilizzano degli atomizzatori di grande potenza in grado di coprire vaste aree. Il sistema è dotato di una cisterna di elevata capacità con prodotti miscelati subito prima dell’erogazione tramite un sistema con pompa microdosatrice di elevata precisione. Questo consente di dosare con estrema precisione il prodotto e non avere residui di prodotti inutilizzati nella cisterna.

Formulati microincapsulati (granuli) e esche in gel
Da usare all’interno o all’esterno degli edifici, di facile applicazione e lunga durata nel tempo. Contengono attrattivi alimentari per le formiche che trasportano l’insetticida nel formicaio determinandone la completa distruzione.

Si ringrazia la Bayer CropScience S.r.l. per la concessione delle immagini