Disinfestazione Blatte

disinfestazione scarafaggi romaRomana Ambiente da oltre venti anni è specializzata nella disinfestazione da blatte (scarafaggi). La presenza di blatte é per molti aspetti legata alle condizioni igieniche e climatiche degli ambienti – ma non sempre l’accurata pulizia delle superfici mette al riparo da questo tipo di infestazioni da blatte (scarafaggi) – dall’introduzione di merci precedentemente infestate oppure da un non perfetto isolamento dalla rete fognaria. Le blatte possono diventare parassiti nelle case, nelle scuole, nei ristoranti, negli ospedali, nei magazzini, negli uffici e in teoria in ogni struttura che ha delle aree per la preparazione e lo stoccaggio di cibi. Le blatte contaminano cibo e suppellettili, rovinano tessuti e prodotti cartacei e conferiscono cattivi odori e macchiano le superfici con cui vengono a contatto.

 

numero-verde-romana-ambiente_150x53

Se hai un problema inerente le blatte e desideri informazioni compila il form qui sotto, puoi allegare anche una foto o un altro tipo di documento che ci permetterà di valutare meglio le tue esigenze e il tipo di infestazione.

* Campi obbligatori

Il tuo nome (* richiesto)

La tua email (* richiesto)

Il tuo numero di telefono (* richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Allegato (formati ammessi: pdf, jpg, gif, png, zip, rar)

premendo "Invia" approvo il trattamento dei miei dati personali
Accetto

 

I METODI DI DISINFESTAZIONE DA BLATTE

Il metodo più efficace per la prevenzione delle infestazioni delle blatte è il monitoraggio svolto con tecniche e modalità che riducono quasi completamente l’uso di prodotti a base di sostanze chimiche per la disinfestazione di blatte all’interno di appartamenti, edifici pubblici e aziende. Grazie alla collaborazione con laboratori di ricerca specializzati, ricercatori universitari e attraverso la continua formazione e informazione dei responsabili tecnici di settore, Romana Ambiente progetta interventi di monitoraggio e sistemi di lotta integrata che permettono di ridurre notevolmente l’utilizzo dei prodotti chimici di sintesi per la disinfestazione da blatte

Esche in gel

Molto efficaci per i trattamenti di fessure e crepe. Non appena distribuite, le esche in gel attraggono immediatamente le blatte. Per rimanere efficace il gel necessita di essere riapplicato frequentemente. Le esche in gel si deidratano in pochi giorni se lasciate all’aria aperta.

I gel sono più efficaci se distribuiti in aree interne.

IDENTIFICAZIONE DELLE BLATTE

Le blatte si nascondono in aree calde e al buio, specialmente spazi stretti dove le superfici le toccano da entrambi i lati (le forme giovanili delle blatte tendono a stare in crepe ancor più piccole dove risultano ben protette), tendono a riunirsi negli angoli e generalmente camminano lungo i perimetri dei muri e delle altre superfici.

Le infestazioni da blatte possono essere la principale causa di gravi malattie, perchè é stato accertato che sono vettori dinumerosi organismi patogeni quali coleratubercolosisalmonella e, in passato, sono state coinvolte nella diffusione del tifo e della dissenteria.

L’identificazione della specie di blatte causa dell’infestazione è fondamentale al fine di rendere efficaci i metodi di controllo e la conseguente eliminazione.

Le blatte sono insetti di dimensione media o grande appartenenti all’ordine Blattodea. Sono insetti con il corpo largo e appiattito, con antenne lunghe e prominenti, il capo sub-triangolare è nascosto sotto il pronoto che è una lamina larga e appiattita che si estende anche lateralmente. Possono essere confuse con i Coleotteri, ma gli adulti delle blatte hanno ali membranose senza ispessimenti al contrario dei Coleotteri, che hanno le elitre ispessite.

Si ringrazia la Bayer CropScience S.r.l. per la concessione delle immagini

Le blatte sono insetti notturni e lucifughi e tendono a fuggire se disturbate. Le forme giovanili delle blatte (ninfe) assomigliano agli adulti ma sono più piccole e non hanno ali.

In Italia sono presenti quattro specie di blatte dannose per l’uomo: Blatta orientalisBlattella germanicaPeriplaneta AmericanaSupella longipalpa.

La Blattella germanica (può trasmettere organismi patogeni quali lo Staphilococcus spp e lo Streptococcus spp, il virus dell’epatitebatteri coliformi) e la Supella longipalpa colonizzano le aree interne degli edifici.

Si ringrazia la Bayer CropScience S.r.l. per la concessione delle immagini

 

La Blatta orientale e la Periplaneta americana di solito vivono esternamente colonizzando fognature, zone caldo-umide come impianti tecnologici o in muri esterni lontano dagli edifici invadendoli solo occasionalmente.


BLATTA ORIENTALIS


Adulto: lunghezza 17/30 mm; quasi nera; maschio: ali più corte del corpo; femmina: ali appena accennate.
Zone preferite: luoghi umidi, freschi e bui, depositi di legna, garage, condotte di scarico e fessure di pareti e pavimenti.E’ molto comune individuarla dietro le edere, sul manto erboso e di notte lungo le strade e nelle zone dove le persone lasciano da mangiare agli animali. Preferisce temperature più fredde rispetto alle altre specie e spesso si annidano in gran numero in strutture in muratura come i chiusini di scarico. Di notte possono migrare negli edifici in cerca di cibo.

Blatta orientalis. Fonte: Centers for Disease Control and Prevention – Atlanta, Georgia – USA

 

 

BLATTELLA GERMANICA

Adulto: lunghezza 10/15 mm; marrone chiaro, due bande scure sul pronoto.
Zone preferite: cucine, bagni, locali di preparazione e stoccaggio cibi.Questa specie si riproduce più velocemente delle comuni blatte infestanti, una singola femmina e la sua prole possono produrre circa 30.000 individui in un anno.La deposizione delle uova avviene più frequentemente nella stagione calda.

Blattella germanica. Fonte: Centers for Disease Control and Prevention – Atlanta, Georgia – USA

 

PERIPLANETA AMERICANA

Adulto: lunghezza 28/45mm; bruno-rossiccio; corpo largo, il pronoto è interessato da banda più chiara.
Zone preferite: fognature, caldaie, torri di evaporazione,impianti di trattamento dei rifiuti industrie alimentari commercianti con paesi tropicali e sub-tropicali.La Periplaneta americana preferisce ambienti caldo umidi di solito con temperature oltre i 28° C. Nelle giuste condizioni vive in aree esterne e infesta strutture dove si allevano gli animali e industrie alimentari.

Vive nelle fognature, torri di evaporazione, in zone caldo umide tipiche dei seminterrati e scantinati, in chiusini di scarico con vapore e alte temperature. Occasionalmente si sposta dalle fognature e da altre aree nei piano terra degli edifici.

Periplaneta americana. Fonte: Centers for Disease Control and Prevention – Atlanta, Georgia – USA

 

 

SUPELLA LONGIPALPA

Adulto: lunghezza 13/15 mm; maschi marrone dorato; femmine are marrone più scuro; entrambi hanno bande più chiare sull’addome, sulle ali e sui lati del pronoto.
Zone preferite: aree interne calde, dietro quadri sui muri, nelle cavità delle zampe dei mobili.I luoghi preferiti da questo tipo di blatta sono vicino a elettrodomestici che sviluppano calore come radio, televisioni e frigoriferi.

La Supella longipalpa preferisce cibi ricchi di amido (es. colla dei francobolli e buste), si ritrovano spesso in uffici e in luoghi di stoccaggio del materiale cartaceo e sono più comuni in appartamenti e case prive di aria condizionata.

Supella longipalpa. Fonte: Centers for Disease Control and Prevention – Atlanta, Georgia – USA

IL CICLO VITALE DELLE BLATTE

Una femmina adulta di blatta produce una capsula contenente uova, chiamata ooteca che sporge nella parte terminale dell’addome.La blattella germanica porta con se l’ooteca per un periodo di circa 30 gg (periodo d’incubazione) e l’abbandona appena in tempo perché le uova si schiudano. Le altre specie portano l’ooteca per un periodo molto breve prima di depositarla in una zona adatta dove essa si incuba per settimane o mesi. Le giovani blatte subiscono una graduale metamorfosi, ciò significa che assomigliano agli adulti ed hanno abitudini alimentari simili, ma non hanno le ali completamente sviluppate e non sono fertili. Subito dopo la muta, le blatte sono bianche, ma il loro esoscheletro esterno si scurisce e si indurisce nell’arco di poche ore.

Ooteca. Fonte: Centers for Disease Control and Prevention – Atlanta, Georgia – USA